Becoming Minimalist: newsletter n. 8

di adf


L’ho ricevuta già qualche giorno fa, ma a causa di altri impegni (leggi: procrastinazione) non ci avevo ancora messo mano. Ecco i nuovi link proposti dalla newsletter di Becoming Minimalist. L’editoriale, che salto a piè pari, parla dell’anniversario del libro di Joshua Becker, “Simplify”. Per l’occasione l’e-book viene messo in promozione su Amazon a 89 centesimi. Io l’ho letto, e ve lo consiglio. È interessante, e mette a fuoco in maniera lucida molte delle riflessioni che facciamo anche noi da queste parti.

Questi i link a blog e siti Internet che parlano di come semplificarsi la vita:

• 13 buone ragioni per vievere con meno (qui). La numero 3 è: “Perché il mondo, semplicemente, non può permettersi l’American Dream”.

• 30 modi per semplificare la vostra vita (qui). C’è anche in versione ridotta, con due sole regole: 1 – identifica cosa è più importante per te; 2 – elimina tutto il resto!

• Un’esperienza di semplificazione a Tel Aviv (qui). Si conclude con la massima di Colin Chapman (fondatore del team Lotus di F1): “Semplifica, e poi aggiungi leggerezza”.

• La storia del cambiamento radicale di una famiglia americana (qui). Da un’enorme casa vittoriana di New York, a un ranch fatiscente e tutto da restaurare in Florida.

Qui invece si parla di piccole case, piccole librerie

• Quella delle “tiny house”, ovvero delle microcase, è una moda che sta facendo proseliti. Ma come quella di questo video di Time (qui), non ne avevamo mai viste…

• Il decluttering dei libri è affare controverso (qui). Ma i libri non fanno il lettore. La lettura ti rende un lettore.

• Jobs diceva “Think Different”. Leo Babauta va oltre (qui): pensare diversamente è una cosa che si può imparare.

• La necessità di semplificare la propria vita per (ri)scoprire le proprie passioni (qui).

 

Annunci