Becoming Minimalist: newsletter n. 7

di adf


Come ho avuto già modo di scrivere, trovo gli editoriali della newsletter di Becoming Minimalist molto più noiosi dei post pubblicati dall’omonimo blog o delle risorse web che la newsletter suggerisce. Ho deciso quindi che, a meno che l’argomento sia di particolare interesse, non tradurrò più l’editoriale, limitandomi a segnalare i link a siti e blog presentati di volta in volta. Ecco quelli dell’ultima newsletter arrivata:

Dai blog Usa

Una riflessione molto lucida e molto attuale sulla ‘civiltà’, sul suo significato, e su come non stiamo sfruttando la fortuna di vivere nel periodo di massima civiltà mai conosciuto. Qui

Un lungo, ma bell’articolo sul minimalismo e sulla storia dei più noti ‘minimalisti ‘ americani. Qui

Una digressione del sito di Project 333 (Experiment in living with less) su come vestono i minimalisti (sic!). Qui

L’importanza di saper lasciar andare: gli oggetti che ci circondano, quelli che vorremmo acquistare, noi stessi. Qui

Effetti collaterali positivi e non previsti di una scelta minimalista. Qui

Dai media internazionali

La storia della scrittrice Courtney Carver che, scoperto di essere malata, ha deciso di semplificare la propria vita. Qui

I regali migliori per i vostri figli, costano molto poco. Qui

Mark Zuckerberg veste sempre la stessa maglietta. È un minimalista o è… zozzo? Qui

Riordinare la scrivania alla fine della giornata lavorativa. Siamo sicuri sia un bene? Qui

Annunci