È anche colpa mia!

di adf


Dunque da qualche settimana siamo ufficialmente in recessione. Ufficialmente… In realtà lo siamo da un po’, ma l’ufficialità è arrivata solo da poco. Prima tutti sapevano ma facevano finta di nulla. “I ristoranti sono pieni, in aereo non si trova un posto…”, ricordate no?

I consumi in Italia sono quasi al collasso. I negozi sono vuoti. Non me lo faccio dire dalla Confcommercio né dal TG… lo vedo da solo, tutti i giorni, passando a diversi orari su una delle arterie commerciali più importanti di Roma. In giro ci sono soprattutto turisti, loro qualcosa ancora comprano. Ma intanto non dormono più in albergo. Davide lavora in un piccolo ma lussuoso albergo posizionato praticamente in Piazza del Popolo. In un weekend di fine maggio aveva libere il 90% delle camere. Non gli era mai successo. “Vanno per Bad & Breakfast o case vacanza, addirittura vengono la mattina e ripartono prima di sera”, dice dei turisti. L’ultima volta che l’ho visto mi ha chiesto se conoscevo qualcuno nel settore perché aveva voglia di cambiare. Non me la racconta giusta. Temo che malgrado ci si sforzi di essere ottimisti (e certe persone si sforzano di brutto, a volte sembrano invasate), le cose stiano molto peggio di quello che si crede. Non ci sono soldi in giro (e dove siano finiti… chi lo sa…). Oggi ho sentito che non-ricordo-che-percentuale delle famiglie italiane ormai fa la spesa solo negli hard discount. Io, a parte ogni tanto i mercatini degli agricoltori, la faccio solo negli hard discount ormai da parecchi mesi. E mi stupisco quindi che la percentuale non sia anche più alta. Se ripenso a questi ultimi sei mesi, mi accorgo che a parte un po’ di biancheria intima, non ho comprato nulla per me. Intendo vestiti, abbigliamento, scarpe, cose che prima occupavano un posto di rilievo nelle mie spese mensili. Il mio fido foglio Excel delle entrate/uscite mi dice che ho comprato qualche libro, un po’ di accessori per la bici e, recentemente, qualche cosa per il campeggio che mi mancava. Per il resto ho speso solo per bollette, benzina, mangiare, mutuo, tasse… Dunque io consumo molto meno di prima. Dunque la crisi dei consumi è dovuta anche al fatto che io non consumo più come prima. Dunque è anche colpa mia! Respiro profondamente, penso a quanti SUV e a quante vacanze alle Maldive ho contribuito a far acquistare fino a poco tempo fa, scrollo le spalle e cerco di capire come fare per ridurre ancora di più le mie necessità. E al problema dell’economia italiana pensi pure chi guadagna migliaia e migliaia di euro al mese. Io non sono pessimista, ma non fingo ottimismo a oltranza!

Annunci