Case chiuse e voglie d’orto

di adf


Di fronte alla mia impossibilità di mettere in piedi un orto ‘casalingo’ (vivo in un appartamento, a Roma, privo di giardino, terrazzo, balcone o simili), Angelica, amica di Viaggioleggero su FaceBook, mi suggerisce che (già da qualche anno) esistono delle compostiere ‘da interni’. Come cos’è una compostiera? Una compostiera è un contenitore (ce ne sono diversi tipi, di diversi materiali, ed è anche possibile costruirsela da soli) dove possono essere raccolti i rifiuti organici che produciamo, in pratica il cosiddetto ‘umido’, gli avanzi alimentari ma non solo, foglie, residui vegetali, liquami ecc. Grazie all’ossigenazione di questo materiale all’interno della compostiera, si formano dei microrganismi che favoriscono la decomposizione dei rifiuti. Il nostro umido, quindi, diventa ‘compost’, ovvero un ottimo fertilizzante l’orto. Pensavo che la compostiera fosse roba da giardino, o al massimo da terrazzo, anche in considerazione del fatto che l’odore prodotto non dovrebbe essere proprio dei migliori (ma non ho, appunto, esperienza diretta). Angelica invece mi ha segnalato questo  e io ovviamente mi sono incuriosito. Funziona con l’energia elettrica, come un normale elettrodomestico. Ha un braccio meccanico che si occupa di ‘impastare’ i rifiuti, produce il calore necessario alla formazione dei microrganismi, ed è dotato di un filtro per eliminare gli odori… molesti. Qui c’è un video esplicativo.

Per un attimo ho preso in seria considerazione l’acquisto. Poi mi sono chiesto cosa ci avrei fatto con il terriccio prodotto, considerato che in casa, vista l’assenza di spazi esterni, abbiamo esclusivamente piante finte… E mi sono accorto con orrore che stavo prendendo in considerazione l’ennesimo acquisto inutile (e neanche poco costoso considerato che il prezzo sarebbe di 399 euro, salvo la promozione in corso che l’abbassa a 249…) contravvenendo alla mia ormai conclamata fissazione per il decluttering, e soprattutto alla mia avversione per il colore rosso… in banca. Alla fine ho deciso che quei 249 euro verranno risparmiati, e che la compostiera si acquisterà (o si costruirà) quando potrò andare a vivere in una casa più… aperta. Mi resta la curiosità di sapere se queste compostiere da interno mantengono le promesse fatte. Qualcuno lì fuori ha qualche testimonianza diretta?

Annunci